La danza del Gorilla

index

Titolo: La danza del gorilla

Autore: Sandrone Dazieri

Editore: Rizzoli

Gorilla soffre di disturbo dissociativo dell’identità. In lui convivono due persone, il Gorilla e il Socio, il suo alter ego, sempre pronto ad intervenire ed in genere a mettere nei guai il Gorilla. Vive ad Amsterdam, su una barca, apparentemente lontano dai guai in cui aveva vissuto negli anni precedenti. Ora deve tornare a Milano, un suo amico è morto e non può mancare al suo funerale. Ha inizio così “La danza del gorilla”, l’ultimo in ordine di tempo, dei romanzi di Sandrone Dazieri. Un romanzo noir ambientato nella Milano contemporanea, una città che muta in continuazione, dove i soldi comandano su tutto.

Sandrone Dazieri scrive in modo lineare e scorrevole, racconta storie forti in modo diretto e veritiero. Così come il Gorilla ha una doppia personalità, la citta di Milano viene descritta come una città moderna ed affascinante con i suoi nuovi quartieri e grattacieli ma che dietro il velo della modernità, nasconde la città dei disperati, dei drogati, degli immigrati clandestini, di coloro che non hanno mai abbandonato la lotta politica clandestina. E’ qui che si scatena la scrittura di Dazieri, quando c’è da descrivere le verità scomode, gli ambienti criminali delle città moderne. Un romanzo che racconta un mondo in cui il denaro comanda anche la giustizia e decide chi deve pagare e quanto. Il denaro non riesce a comandare solo il Gorilla, un uomo che ha deciso di vivere fuori dal coro. Un libro che tritura la realtà moderna e la critica. Un libro che piacerà a chi vuole leggere una storia dissacrante, piena di azione e ben costruita.

Il Re di Denari

index

Titolo: Il Re di Denari

Autore: Sandrone Dazieri

Editore: Mondadori

Colomba Caselli è un ex vicequestore di 35 anni che è stata messa a riposo dopo che uno sconosciuto ha cercato di ucciderla ed ha rapito Dante Torre, il suo grande amico cacciatore di persone scomparse, di cui si sono perse le tracce e che molti danno per morto. Colomba vive in un casolare nelle Marche evitando contatti con il mondo esterno, che si tratti di familiari, colleghi o amici, cercando di curare le sue ferite fisiche e mentali con la solitudine, soffrendo per la mancanza del suo amico Dante. Colomba rifiuta di credere che Dante sia morto e confida sempre nel suo ritrovamento.

Dopo una intensa nevicata, Colomba trova nel deposito della legna a fianco della sua abitazione un ragazzo autistico di nome Tommy, come indica il braccialetto che porta al polso, sconvolto dalla paura e sporco di sangue. Colomba lo carica sulla sua auto per riportarlo a casa ma si imbatte in un posto di blocco dove scopre che i genitori del ragazzo sono stati brutalmente uccisi. Tommy potrebbe essere testimone o il responsabile del terribile doppio omicidio. Colomba non ha alcuna ragione per interessarsi alle indagini ma non riesce a tirarsi fuori. Le modalità della strage dei genitori di Tommy ed il comportamento stesso del ragazzo, ricordano a Colomba il modo di operare del “Padre”, il rapitore e assassinio seriale da lei ucciso anni prima. C’è qualcuno che sta proseguendo il lavoro del “Padre” o Tommy rappresenta una pista che potrebbe portare Colomba a scoprire che fine ha fatto il suo amico Dante.

Inizia una avventura che diventa sempre più complessa con il passare delle pagine, con molte vittime e piena di episodi cruenti che vedono come protagonisti un gran numero di personaggi, tutti originali, ben caratterizzati sia come profilo psicologico che come personalità. La trama è complessa e articolata, con molti riferimenti ai fatti raccontati nei due libri che hanno preceduto “Re di denari”; ossia L’angelo e “Uccidi il Padre”, comunque ben spiegati ed inseriti nel racconto, che risulta comprensibile e chiaro anche senza aver letto i volumi precedenti. Lo stile di scrittura è asciutto, originale e ma nello stesso tempo dettagliato e preciso. L’attenzione del lettore rimane sempre altissima anche quando la trama di aggroviglia e i fatti si susseguono vorticosamente. Il libro tratta argomenti difficili come l’autismo, i problemi delle famiglie con figli con problemi fisici e psichici, la violenza presente in molti aspetti della nostra società, le false informazioni diffuse per coprire fatti di sangue di cui è meglio che le persone comuni non conoscano i retroscena. La trama colpisce per l’originalità delle storie personali dei vari protagonisti, così come sono inedite le storie criminali e le motivazioni che spingono alcuni personaggi ad agire con tanta violenza e crudeltà. In questo libro polizia e servizi segreti operano parallelamente con modalità poco convenzionali per aumentare la sensazione di mancanza di riferimenti che caratterizza la lettura. Colomba Caselli è una protagonista forte e di grande impatto. Ma tutti i protagonisti, nel bene e nel male, sono particolari e fuori dal comune, così come la storia e l’ambientazione del libro, che è uno dei migliori thriller italiani del momento.