Il grande sonno

images

Titolo: Il grande sonno

Autore: Raymond Chandler

Editore: Adelphi

Traduzione: Gianni Pannofino

Philip Marlowe è un giovane investigatore privato che viene ingaggiato da un ricco e anziano ex generale che ha ricevuto una lettera con cui viene ricattato. Marlowe si mette subito al lavoro e scoprirà presto come le intraprendenti figlie del generale siano in vario modo collegate ad alcuni personaggi di spicco della malavita di Los Angeles. Dal libro è stato tratto un famoso film in cui hanno recitato alcune grandi star del cinema americano.

Il grande sonno è stato pubblicato nel 1939 ed è considerato il romanzo che ha inventato il genere “noir”, in cui le vicende criminali sono raccontate con inedito realismo trattando temi scottanti come la corruzione e la violenza molto diffusa nella società.

L’investigatore Marlowe è un personaggio inedito per la letteratura gialla dell’epoca, grande fisico, veste con eleganza nonostante non sia ricco, ha solo 33 anni ma ha già vissuto tante vicende scottanti e pericolose. Si comporta come i malviventi che deve contrastare e collabora con la polizia senza apparire mai in prima fila. E’ un tipo solitario, non si prende troppo sul serio, affronta la vita con sarcasmo ed è sempre molto critico con le persone benestanti che conducono una vita agiata lontana dalla quotidianità delle persone comuni. Ha grande rispetto per i suoi clienti ed ha un grande senso del dovere. Il libro è ambientato a Los Angeles quanto era ancora una città equivoca, lontana dai fasti ed il lusso di oggi, piena di locali malfamati.

La trama è complessa ed articolata, abbondano le descrizioni precise e dettagliate che sono una specie di marchio di fabbrica dell’autore, tutto è raccontato in modo diretto, senza filtri, i dialoghi sono diretti ma anche pieni di fascino ed eleganza.  A distanza di oltre ottant’anni dalla pubblicazione, il libro mantiene inalterato il suo fascino, anche per il lettore di oggi di libri gialli e noir che escono ogni anno a centinaia, pieni di azioni mirabolanti, tecnologie inarrivabili ed effetti speciali. Ma quanti di questi libri saranno attuali a ottant’anni dalla pubblicazione?