Tra il diavolo e il mare

TRA IL DIAVOLO E IL MARE

Titolo: Tra il diavolo e il mare

Autore: Maria Adolfsson

Editore: SEM

Traduzione: Stefania Forlani

Il romanzo è ambientato a Doggerland, in un arcipelago immaginario, situato in una zona che migliaia di anni fa era una terra emersa che univa l’Inghilterra con la Danimarca, ora è una zona interamente coperta dal mare. Luna è una cantante nota in tutto il mondo e si trova a Doggeland all’insaputa di stampa e ammiratori per registrare il suo nuovo disco. Le registrazioni avvengono in gran segreto in uno studio ricavato in una casa lontana da occhi indiscreti. Luna è una donna affascinante e bellissima, adorata da tutti i collaboratori. Alla fine delle registrazioni, il gruppo di lavoro organizza una festa a cui partecipa anche Leo, un musicista che in passato ha avuto con Luna una relazione, mentre ora ha una storia con Karen, ispettore di polizia di Doggerland. Karen è presente alla festa ed è molto infastidita dalle attenzioni che Leo riserva a Luna, scatenando la sua gelosia. Il giorno dopo la festa, Luna scompare senza lasciare tracce. Dopo qualche giorno, in mancanza di notizie, viene denunciata la sua scomparsa. La sparizione di Luna è seguita, dopo pochi giorni, dalla uccisione di una donna che stava facendo jogging nei pressi della sua abitazione. L’omicidio è stato commesso con modalità violente e perverse, tipiche di un maniaco, che in precedenza ha fatto delle altre vittime, con modalità analoghe. Le indagini collegano subito i due fatti e la polizia è orientata per ricercare un unico colpevole. Karen è incaricata delle indagini per i due crimini e si ritroverà a dover affrontare una corsa contro il tempo e contro le varie difficoltà che la sua vita privata le sta riservando.

Un giallo incalzante, tanti eventi che si susseguono senza respiro. Una storia che racconta la condizione delle donne e delle violenze in famiglia, che generano conseguenze dolorose che sembrano non avere mai fine. Se la trama del giallo ci racconta crimini e indagini, la storia di Karen ci racconta le difficoltà che una donna deve affrontare nella vita quotidiana e nella professione, con profonde conseguenze che lacerano e colpiscono sia il fisico che la mente. Nonostante le civiltà dei paesi del Nord Europa siano apparentemente più vicine alle esigenze delle donne rispetto all’Europa Meridionale, evidentemente c’è ancora molto da fare dato che molto spesso la letteratura che arriva da questi paesi mette la violenza sulle donne al centro delle storie. Un giallo incalzante, crimini terribili e storie personali a lieto fine, per una lettura piacevole e coinvolgente.