L’università del crimine – Petros Markaris

41EjrUhLPEL

Titolo: L’università del crimine

Autore: Petros Markaris

Editore: La nave di Teseo

Traduzione: Andrea Di Gregorio

Il commissario Charitos è appena tornato dalle vacanze e scopre che il suo direttore sta per andare in pensione ed a lui sarà assegnato provvisoriamente il comando della Centrale di polizia di Atene. Il commissario non ha tempo di festeggiare perché arriva subito la notizia del ritrovamento del cadavere del ministro per le Riforme. Si tratta di un importante politico ed ex professore universitario. La rivendicazione dell’omicidio, senza citare sigle terroristiche o gruppi organizzati,  parla del tradimento da parte del professore nei confronti dell’Istituzione universitaria per abbracciare la carriera politica. L’indagine si presenta difficile per la mancanza di indizi e di moventi ed insidiosa trattandosi di un Ministro. La vita privata di Charitos è allietata dalla notizia che la figlia è in attesa di un bimbo ed il commissario e la moglie non vedono l’ora di diventare nonni. La città è ancora molto scossa per l’assassinio del Ministro quando un secondo uomo politico anche lui ex professore universitario viene ritrovato cadavere. E poi un terzo ancora. Charitos deve affrontare le indagini nella nuova posizione di maggior responsabilità, con addosso la pressione delle Istituzioni che vogliono trovare al più presto i responsabili di questa mattanza di politici ex universitari. Il commissario riuscirà a risolvere il caso che si rivelerà assai difficile e per lui in un certo qual modo imbarazzante.

Un romanzo giallo che si affida ad una trama complessa e ben costruita, dove le vicende criminali sono mescolate con le allegre cronache della vita quotidiana della famiglia Charitos, un nucleo affiatato ed empatico, dove vige la serenità e l’equilibrio dato dal buon senso delle persone che vivono con i piedi per terra senza mai lasciarsi andare. La trama assegna all’Italia una certa importanza dato il collegamento di uno dei politici uccisi con esponenti di una notissima formazione dell’estrema sinistra, un tempo molto nota ed attiva in Italia. Il romanzo fornisce un quadro della situazione politica e sociale della Grecia da un punto di vista originale, mostrando un paese che non rinuncia ad uno stile di vita rilassato nonostante le difficoltà dovute alla crisi economica. Petros Markaris si conferma un ottimo tessitore di trame, raccontate con la giusta dose di tensione e di umorismo per una lettura piacevole e divertente.