La donna cardinale

LA DONNA CARDINALE

Titolo: La donna cardinale

Autore: Lucetta Scaraffia

Editore: Marsilio

Il Vaticano è in subbuglio. L’elezione di papa Ignazio e la sua voglia di pulizia e di onestà, rischia di far saltare tutte le coperture agli affari più o meno leciti che avvengono tra le mura impenetrabili della Città del Vaticano. Un complotto per portare il Papa verso più miti consigli viene organizzato e vede coinvolto il medico personale del pontefice, Gregorio Cesi, l’archiatra. Gregorio riuscirà a sventare tale complotto mettendo a repentaglio la sua vita pur di salvare quella del Papa. L’episodio accentuerà la fiducia del Pontefice nei confronti di Gregorio, che diventa il suo unico confidente, mentre il resto della Curia si mostra sempre più ostile nei confronti del Papa. Ignazio decide che la mossa migliore per spiazzare tutti i suoi avversari e dare una spinta enorme al processo di riforma della Chiesa è nominare una donna cardinale e farla diventare Segretario di Stato. Ma alcuni cardinali cercano di opporsi in ogni modo, si riuniscono in gran segreto, cercano di scongiurare iniziative dannose per i loro giochi di potere, ma ci sono le suore che servono le cene che ascoltano e registrano i discorsi.

Un giallo piacevole ed intrigante ma anche un libro che porta a riflettere sul futuro della Chiesa e sulla direzione che dovrebbero prendere le tanto attese riforme. E’ anche un modo per parlare di come le donne sono viste dalla Chiesa, per il mancato riconoscimento delle loro qualità che invece vengono sfruttate ad esclusivo vantaggio degli uomini. L’ambientazione romana e vaticana è accattivante, si respira l’aria di un antico potere che dura da tanti secoli, si entra negli oscuri misteri di Istituzioni note e impenetrabili come lo IOR, si vive da vicino l’atmosfera di intimidazione, di violenza e di ricatti che serve per mantenere lo status quo, per evitare cambiamenti. Il libro è scritto da Lucetta Scaraffia, docente di Storia Contemporanea, giornalista, per lungo tempo editorialista dell’Osservatore Romano, scrittrice. Una profonda conoscitrice delle vicende vaticane che guarda al futuro della Chiesa con una certa preoccupazione.