L’isola delle anime – Piergiorgio Pulixi

index

Titolo: L’isola delle anime

Autore: Piergiorgio Pulixi

Editore: Rizzoli

La questura di Cagliari ha costituito per la prima volta la sezione Delitti Insoluti a cui vengono assegnate due ispettrici, Mara Rais e Eva Croce, le protagoniste del romanzo. Le due poliziotte sono in una fase delicata della loro carriera, sono entrambe in “punizione” e per questo assegnate alla sezione Delitti Insoluti. Mara è cagliaritana mentre Eva è di Milano, trasferita a Cagliari per scontare le sue colpe. Le due poliziotte iniziano il loro rapporto senza piacersi, diffidando una dell’altra, anche se si conoscono appena. Ma sono due persone capaci e determinate e troveranno insieme la forza per uscire dai loro rispettivi momenti difficili sostenendosi a vicenda. Come primo caso della sezione “Delitti Insoluti”, le due ispettrici devono riaprire una indagine legata a due omicidi di tanti anni fa, avvenuti con le stesse modalità, come fossero rituali sacri, con le vittime uccise per fare un dono a qualche divinità delle tenebre. L’indagine sembra impossibile da resuscitare per il tempo trascorso e per la totale mancanza di indizi quando improvvisamente tutto si riapre con il rapimento di una giovane donna che appare subito come possibile nuova vittima sacrificale. Il prologo del libro contribuisce subito ad innalzare la tensione, con la narrazione di un episodio terribile e difficile da credere possibile ai giorni d’oggi.

Il romanzo narra due storie parallele e collegate tra loro in modo quasi inverosimile. La vita delle due ispettrici con le loro indagini su crimini efferati e la storia di una grande famiglia della Barbagia, quasi una popolazione autoctona, che vive da secoli in quelle terre, dove la vita è dura e difficile, con le antiche usanze delle civiltà nuragiche e di culti antichissimi tramandati da generazioni in generazioni ed ancora vivi e rispettati, che in qualche caso nascondono violenze e crudeltà inenarrabili.

“L’isola delle anime” è un romanzo in cui Piergiorgio Pulixi è riuscito in modo brillante a mescolare la trama criminale con i misteri della terra sarda, mostrando antiche tradizioni che richiedono rispetto quando non finiscono in crudeli ed efferati delitti. Le descrizioni ambientali suscitano emozione e ammirazione per le bellezze descritte, coinvolgendo tutti i sensi del lettore, per una esperienza emozionale completa. Il testo è mescolato con frasi in lingua sarda, di facile comprensione, ma inserite con misura per aumentare il piacere della lettura di una prosa eccellente, molto accurata in tutti i dettagli. Un libro con personaggi ben definiti, storie diverse e ben collegate tra loro, una trama criminale originale e dall’esito inaspettato, con una immersione nella storia più antica della Sardegna, sotto forma romanzata di un breve ma efficace saggio di antropologia sarda.