Basta un caffè per essere felici

Titolo: Basta un caffè per essere felici

Autore: Toshikazu Kawaguchi

Editore: Garzanti

Traduzione: Claudia Marseguerra

 

Questo libro continua il racconto delle cose che accadono nella caffetteria di “Finché il caffè è caldo”, quel luogo speciale che dà la possibilità alle persone di tornare indietro nel tempo senza avere alcuna possibilità di modificare il presente. Le regole della caffetteria sono sempre le stesse, bisogna sedersi ad un tavolo ben preciso, quindi aspettare che sia libero, ordinare un caffè, attendere che arrivi e berlo piano. Sarà possibile tornare indietro nel tempo, nell’istante che si desidera, per rimediare a qualche errore, per dire qualcosa che non si è potuto dire allora, qualunque cosa possa servire per chiudere con il passato senza avere più rimpianti.

I protagonisti delle storie sono persone comuni che hanno vissuto esistenze normali, sorprese dagli eventi della vita che non sono riuscite a fare la cosa giusta al momento giusto. Scopriremo qualcosa di più sulla mentalità delle persone giapponesi, animi gentili, sensibili, poco propensi ad esprimere i propri sentimenti. Per leggere questo libro bisogna fare uno sforzo di concentrazione, allontanarsi dal presente che ognuno di noi vive, dalle tensioni, dai problemi, delusioni e preoccupazioni, per immergersi nell’atmosfera magica della caffetteria, entrare nello spirito del racconto e lasciarsi trasportare dalle storie. Non c’è da chiedersi se quello che si sta leggendo è vero o inverosimile, bisogna lasciarsi andare e pensare a quanto sarebbe bello se fosse possibile viaggiare nel tempo, apprezzare la sensibilità e la gentilezza dei piccoli gesti di cui sono capaci i protagonisti. Il libro ci lascia un messaggio, tutti noi possiamo trovare la forma di magia che ci consentirà di liberarci dei pesi del passato e vivere più serenamente la vita.