Predatori e prede

Titolo: Predatori e prede

Autore: Kathy Reichs

Editore: Rizzoli

Traduzione: Luisa Piussi

Predatori e prede è il diciannovesimo romanzo che Kathy Reichs dedica alla dottoressa Temperance Brennan, l’antropologa forense più famosa d’America. Temperance interviene di solito quando nella scena del crimine c’è un cadavere in grave stato di degrado, tale da non permettere ad un classico medico legale di trarre elementi utili per le indagini.

La storia inizia con la Brennan in grande difficoltà, ha da poco subito un intervento chirurgico, deve stare a riposo e lei non si sente proprio in forma. Anche sul fronte lavorativo le cose non vanno affatto bene, il suo vecchio capo è deceduto, al suo posto c’è Margot Heavner, anche lei antropologa, con cui i rapporti sono pessimi e tesissimi. Brennan riceve sul suo cellulare una serie di fotografie che mostrano il cadavere di un uomo con il volto deturpato, con piedi e mani amputate. Il mittente è sconosciuto e lei con capisce perché e chi possa averle inviato quelle foto. Dopo pochi giorni, il cadavere dell’uomo delle foto viene ritrovato in un campo. La Heaven prende in mano l’indagine e fa in modo che la Brennan non sia coinvolta. Ma Temperance ha la testa dura e nonostante le sue precarie condizioni, si dedica in modo semi clandestino alle indagini, con l’aiuto di un amico investigatore. Il cadavere dell’uomo senza volto sembra essere di una persona collegata con l’ambiente dello spionaggio internazionale, ma c’è anche un traffico sospetto di bambini, una clinica privata non proprio trasparente, affari immobiliari strani, un presentatore TV ambiguo e molto vicino alla dottoressa Heavner. La trama è complessa e misteriosa, con tanti intrecci, tanti personaggi, diverse tipologie di crimini, internet, il dark web e molto altro. Per una volta Temperance non è alle prese con cadaveri putrefatti o corpi bruciati, ma si trova coinvolta ad indagare in prima persona, invece che ad analizzare reperti, con grandi rischi per la sua incolumità. Un ruolo inedito per l’antropologa, una trama insolita e contorta, ma costruita con abilità da Kathy Reichs, che mescola tecnologia, crimini e protagonisti di grande umanità ed empatia.