Segreti che uccidono

Titolo: Segreti che uccidono

Autore: Riccardo Landini

Editore: Newton Compton

Astore Rossi è un restauratore di mobili, vive e lavora nella stessa via, con la bottega al piano terra e l’appartamento al piano di sopra. Un amico, Sergio Candurra, gli lascia alcuni mobili da restaurare. Sembra un lavoro come tanti, ma non è così. In uno dei mobili ricevuti, Astore trova un anello ed alcune monete antiche, oltre ad una lista di nomi, con a fianco ad ogni nome una croce nera. Il negozio di Astore diventa oggetto di interessi di sconosciuti che cercano di forzare le porte di ingresso alla ricerca di chissà che cosa. Prova a contattare l’amico Candurra che gli comunica di essere in fuga da nemici sconosciuti quanto pericolosi e lo informa che deve tenere in custodia sua figlia Isabella, una ragazzina di sette anni, che Astore è costretto ad ospitare suo malgrado. Tra i nomi della lista ne trova uno che conosce, il fratello del sindaco di Garbano, un paese dell’Appennino, dove Astore decide di trascorrere una breve vacanza, per scoprire qualcosa di più sulla misteriosa lista.

Inizia per Astore una avventura fatta di misteriosi personaggi che lo spiano e lo intimoriscono. Cosa nasconde quella lista, cosa hanno in comune i personaggi dell’elenco? Perché il suo amico è sparito? Una ambientazione affascinante per le bellezze naturali e misteriosa per gli eventi che si susseguono, con Astore ed i suoi ospiti nella casa presa in affitto per le vacanze, vittime designate, dei nemici del suo amico Candurra e di qualcuno che non vuole che la lista venga alla luce. Astore si dimostrerà perspicace e coraggioso, in grado di combattere i suoi nemici, spietati e determinati ad ottenere quello che vogliono. Una trama ben costruita e piena di misteri, ritmo serrato con colpi di scena ben cadenzati e distribuiti, sentimenti dei protagonisti resi con precisione e umana sensibilità. Il finale dipana la complessa trama e non manca il colpo di scena finale, del tutto inaspettato.