L’ossessione

Titolo: L’ossessione

Autore: Wulf Dorn

Editore: Corbaccio

Traduzione: Alessandra Petrelli

 

Mark Beherendt è il protagonista del libro. Ora vive e lavora a Francoforte, ma la sua vita era diversa. Lavorava in una clinica, era uno psichiatra, amava Tanja che era il suo grande amore, morta in un incidente d’auto provocato da qualcuno che voleva ucciderla. Lui è caduto nel tunnel dell’alcool e ne è uscito solo grazie alla sua amica Doreen. Ed una sera, proprio a casa della sua amica, durante una cena a due, qualcuno bussa alla porta.  Mark non ricorda altro di quella sera, se non di essere stato drogato, di aver perso i sensi e di non aver più trovato Doreen nella casa. Mark riceve una telefonata dall’assassino di Tanjia che minaccia di uccidere Doreen se lui non dovesse ritrovare una persona, ma dovrà scoprire da solo chi è. Doreen sarà uccisa se non risolverà la questione in poco più di due giorni.

Chi è il misterioso assassino che minaccia Mark? Che fine ha fatto Ellen Roth?  E Lara Baumann? Perché il passato di Mark torna proprio ora a tormentarlo?

Due persone con destini simili, Mark e il suo persecutore, due vite condizionate da eventi tragici del passato. Una storia con un intreccio complesso, indizi seminati con parsimonia, una lotta contro il tempo il cui contatore scorre implacabile. Una tensione crescente, dominata dalle mosse dell’assassino che usa Mark per mettere a segno il suo personale disegno criminale. Un viaggio nelle menti dei protagonisti, nei meccanismi dei criminali e delle vittime, una esplorazione profonda nell’umanità dei personaggi. Mark dovrà improvvisarsi investigatore, ragionare come il suo persecutore, cercare di battere il tempo e il suo nemico invisibile, determinato a portare a termine il suo piano, a tutti i costi. Una battaglia contro la follia criminale e le debolezze delle persone, le loro paure e i loro incubi.