La notte non perdona

Titolo: La notte non perdona

Autore: Daniela Grandi

Editore: Sonzogno

Parma, una sera qualunque. Un incendio improvviso distrugge un appartamento all’ultimo piano di un palazzo nel centro della città. Una persona muore tra le fiamme. Si tratta di un negoziante di stoffe, abbastanza noto in città, come noti erano i suoi frequenti incontri con ragazzi giovani. Uno di questi era stato visto allontanarsi dall’edificio poco prima dell’incendio, si tratta di un immigrato del Ghana, che viene subito identificato ed arrestato per volere del colonnello Cattaneo, un uomo vanitoso ed ambizioso, nemico personale del maresciallo Nina Mastrantonio, bella e giovane somala, arruolata nei carabinieri per amore della giustizia. La situazione in città sta esplodendo. In molti non credono nella colpevolezza del giovane ghanese, tra cui la stessa Nina, gli immigrati accusano le forze dell’ordine di voler trovare un capro espiatorio, senza cercare il vero colpevole. Le fazioni anti-immigrati sono in agitazione, preparano manifestazioni contro gli stranieri, cercano di provocare scontri e violenze per aumentare la tensione sociale. Nina Mastrantonio indagherà con i suoi colleghi, andando contro gli ordini del suo capo Cattaneo, per provare l’innocenza del giovane arrestato e trovare il vero colpevole. A peggiorare le cose per Nina, un suo vecchio nemico, un criminale dell’est che aveva fatto arrestare, è tornato in libertà e vuole vendicarsi, cercando di eliminarla.

Una storia dell’Italia di oggi, che racconta le difficoltà esistenziali, lavorative e sentimentali di Nina, di alcuni suoi colleghi e conoscenti, insieme ad una indagine che sembra a tutti i costi voler dimostrare che i cattivi sono sempre di colore. Non è affatto facile per Nina occupare un posto di responsabilità e dover combattere contro tutti i pregiudizi sociali, di genere e di razza. Così come non è facile per il giovane immigrato provare la sua innocenza. Parma si scopre essere una città dove a dispetto della ricchezza diffusa, della bellezza urbana e della sbandierata accoglienza, la convivenza pacifica degli immigrati con la popolazione locale è messa in pericolo da un razzismo latente e dai pregiudizi, presenti sia tra gli italiani che negli stranieri. Sarà una morte misteriosa di tanti anni prima ad indirizzare le indagini nel modo giusto e quando la verità verrà a galla, saranno in tanti a doversi ricredere. Un romanzo ricco di personaggi, tante storie parallele, tante decisioni da prendere, tante scelte sbagliate, una trama veloce, senza tempi morti, che mostra come i valori sociali di oggi possono essere capovolti, con sbandati che aiutano la giustizia mettendo a repentaglio la propria vita, con ricchi e facoltosi personaggi che la ostacolano. Un giallo sociale, che ci ricorda che solo cercando la verità senza pregiudizi si potrà fare giustizia.