Flora

FLORA

Titolo: Flora

Autore: Alessandro Robecchi

Editore: Sellerio

La tivù al centro della vicenda. Flora De Pisis, la presentatrice del programma Crazy Love, è stata rapita. Proprio lei che sulle disgrazie altrui ha basato il successo delle sue trasmissioni, diventa protagonista di un atto criminale. Immediata la richiesta di riscatto, 10 milioni di euro più un’ora di trasmissione in diretta televisiva, in prima serata, senza interruzioni e senza pubblicità, condotta proprio da Flora De Pisis. I vertici della prima tivù commerciale italiana accettano le condizioni dei rapitori, aprendo un enorme dibattito nel paese, spaccato tra favorevoli e contrari. Mancano pochi giorni alla diretta, l’Italia attende con ansia, cosa farà Flora? Che fine farà Flora? Il piano dei rapitori è ardito quanto semplice e romantico. Ma si tratta di un vero rapimento oppure è solo un trucco per aumentare gli spettatori?  Una donna tanto amata dai suoi fan quanto odiata dai suoi detrattori, ma a nessuno indifferente, al centro di una vicenda che di fatto sta bloccando l’Italia, come se non ci fossero problemi maggiori da risolvere.

Un libro avvincente, una storia originale, raccontata con grande ritmo e con una tensione crescente. La storia mescola l’idealismo dei rapitori con i calcoli dei manager della tivù privata. Poesia e trash televisivo, i due opposti della produzione culturale, mescolati in modo sapiente, divertente e stimolante. La società italiana raccontata attraverso il freddo modo di ragionare dei manager, l’occhio statico della politica e delle istituzioni, le menti creative dei criminali, capaci di elaborare un piano tanto folle quanto nobile, almeno in parte. Un libro che riesce a divertire, emozionare e intrigare il lettore con una storia originale e appassionante, da leggere con sapiente lentezza, per apprezzare al meglio i tanti riferimenti alle opere di Robert Desnos, poeta surrealista parigino, noto per la sua produzione artistica quanto per il suo impegno politico a favore della libertà.