L’ordine

L'ORDINE

Titolo: L’ordine

Autore: Daniel Silva

Editore: HarpelCollins

Traduzione: Seba Pezzani

L’ordine è il nuovo libro di Daniel Silva con protagonista Gabriel Allon, la spia israeliana che restaura opere d’arte. Allon si trova in vacanza a Venezia, con la moglie ed i due figli, tra gli agi che la sua posizione gli permette, ma anche con le restrizioni per motivi di sicurezza che la sua posizione gli impone. Tutto sembra andare nel migliore dei modi, quando arriva una telefonata improvvisa da Roma. Il suo grande amico Papa Pio VII muore improvvisamente in circostanze poco chiare e l’arcivescovo Luigi Donati gli chiede di raggiungere Roma prima possibile. La vacanza veneziana si interrompe e Gabriel si ritrova coinvolto nelle indagini sulla morte del Santo Padre. Il comunicato ufficiale parla di infarto, ma l’arcivescovo Donati è convinto che il Santo Padre sia stato ucciso proprio mentre stava scrivendo una lettera indirizzata proprio a Gabriel Allon. La lettera è scomparsa come pure è sparita la guardia svizzera che era di servizio all’appartamento pontificio la sera della morte. Pio VII aveva iniziato una sua personale guerra contro l’ordine di Sant’Elena, una organizzazione che dispone di ingenti risorse finanziarie e che annovera tra i suoi adepti alcuni alti prelati. L’ordine è collegato con alcune organizzazioni politiche operanti in molti paesi europei. Il Papa avrebbe voluto consegnare a Gabriel Allon un libro antico che aveva trovato nell’Archivio vaticano. Ma l’Ordine aveva impedito che questo accadesse, uccidendo il Pontefice.

Il libro racconta le indagini conseguenti alla morte di Pio VII, tutti i retroscena del Conclave per l’elezione del nuovo Papa, le vicende politiche legate ai legami dell’Ordine di Sant’Elena con le forze politiche ad esso collegate e le trame per eleggere papa un loro adepto. Molti i riferimenti storici e le cronache di eventi accaduti nel passato, con ricostruzioni storiche verosimili ma adattate per essere funzionali al romanzo, che trattasi di finzione letteraria e non di un saggio accademico. Gabriel Allon è un personaggio straordinario, per l’unicità delle sue capacità, della sua cultura e per le formidabili amicizie che rendono la sua vita unica ed incredibilmente interessante. La sua visione del mondo, essendo un uomo dell’intelligence israeliana, è originale ed unica. Il libro mostra un intricato percorso tra passato ed attualità, mescolando storia, religione, arte, terrorismo, spionaggio, politica ed attualità, razzismo e antisemitismo, l’antichissima disputa tra ebrei e cristiani, le sacre scritture e le loro interpretazioni. Una storia complessa, piena di spunti di interesse, raccontata da Daniel Silva con tutta la sua capacità di stupire e di raccontare, con personaggi unici e di grande spessore.  Il nostro paese viene a tratti un po’ strapazzato da Daniel Silva, che comunque si conferma un ottimo conoscitore ed appassionato dell’Italia e delle sue bellezze artistiche. Un libro di spionaggio, complesso e completo, di grande e sicuro interesse. Ringrazio la HarpelCollins per avermi inviato il libro in anteprima rispetto alla sua uscita che è prevista per il prossimo 4 marzo.