Mistero vivente

MISTERO VIVENTE

Titolo: Mistero Vivente

Autore: Alessio Di Lupo

La storia è ambientata a Londra, nel 1890. Frank Dixon è un illusionista di incerto successo, che predilige il sesso a pagamento ed il gin, entrambi a buon mercato, date le sue ristrettezze economiche. Durante una serata organizzata con spettatori della buona società, Dixon sarà costretto ad accettare una scommessa, che metterà in discussione la sua fama di illusionista e la sua reputazione. L’ambientazione del libro è ispirata dalle opere degli scrittori che maggiormente hanno influenzato l’autore e rispecchia in modo originale le idee che erano di moda a quei tempi.

Tutta la storia ruota attorno ad una scommessa lanciata da un gruppo di nobili burloni e crudeli a Dixon durante un suo spettacolo. L’illusionista ed il suo assistente sono costretti a trovare un uomo vivente senza testa. Se Dixon lo troverà, incasserà 2 milioni di sterline, altrimenti dovrà pagare 12 pegni, uno per ciascun nobile presente allo spettacolo. Il romanzo è scritto tra il razionale ed il fantastico, tra ciò che è vero e ciò che è frutto della fantasia, tra la vita e la morte, tra colpi di scena ed invenzioni letterarie. La scrittura è tra il serio ed il faceto, tra la commedia ed il dramma, ma sempre piacevole e misurata. Fantasie, fantasmi, amori, illusioni, fallimenti, tutto con leggerezza e lieve ironia. Mistero vivente è il romanzo di debutto di Alessio Di Lupo, una lettura piacevole e misteriosa.