Lacci

LACCI

Titolo: Lacci

Autore: Domenico Starnone

Editore: Einaudi

Un libro che racconta del matrimonio di Vanda e Aldo, dei due figli Sandro ed Anna e di Lidia, l’amante giovanissima di Aldo che era stata la causa di una lunga separazione tra i due coniugi dopo circa 12 anni di matrimonio. Vanda ed Aldo erano riusciti a tornare insieme, per la voglia di Vanda di mantenere unita la famiglia. Il libro è costruito in modo intrigante, con la prima parte raccontata in prima persona da Vanda al tempo della separazione causata dall’innamoramento di Aldo per Lidia, la seconda parte raccontata da Aldo, con i due coniugi ormai anziani, che vivono insieme senza amarsi, ma sono legati tra loro da tanti ricordi e vicende della vita. La terza parte è invece raccontata dai due figli, che scoprono di non amare e di non stimare per niente i due genitori.

I personaggi del libro abbastanza irritanti per la loro inettitudine e non ho provato alcuna empatia per nessuno di loro. Il libro pone al lettore grandi quesiti relativi al matrimonio. E’ meglio seguire i propri istinti quindi non subire i vincoli imposti dal matrimonio oppure è meglio stare insieme a tutti i costi anche quando non c’è più amore? Che conseguenze ci sono per i figli? Tali discussioni sono sempre più comuni ai giorni d’oggi, con l’istituzione del matrimonio sempre meno popolare e con le persone che sempre più spesso inseguono la propria felicità senza tenere conto delle esigenze del partner e gli obblighi verso i figli. Non c’è una riposta unica, dipende dalle persone, ci si può amare per tutta la vita ed essere pessimi genitori, oppure separarsi ed essere ottimi genitori. Di certo se non si è come Vanda ed Aldo il matrimonio ha molte più possibilità di avere buoni risultati in caso di figli.

2 pensieri su “Lacci

  1. Ricordo che quando lo lessi mi piacque, per la sua realtà e per la scrittura. Il fatto che i personaggi non siano simpatici era una qualità che l’autore metteva per ridaltarne la subordinazione alla situazione che non genera la felicità di nessuno. Come accade in ogni evento senza libertà anche i figli sentono la falsità della situazione.

    • Il libro è bello ed il finale è imprevedibile. LA reazione dei figli è la dimostrazione che salvare il matrimonio a tutti i costi non serve a nulla. Certo che il comportamento del marito, nel primo capitolo, era veramente irritante. Grazie per il commento e auguri per il 2021.