Il giallo della villa abbandonata

IL GIALLO DELLA VILLA ABBANDONATA

Titolo: Il giallo della villa abbandonata

Autore: Riccardo Landini

Editore: Newton Compton Editori

Astore Rossi è un restauratore di mobili, un uomo semplice e ingenuo, ha per aiutante Oscar, un uomo con qualche difficoltà, ma con un grande talento come artigiano. Astore ama lavorare nella sua bottega, senza sorprese ed imprevisti. La sua tranquilla quotidianità viene interrotta da una donna, Roberta Arditi, che gli conferisce l’incarico di valutare alcuni mobili contenuti in una villa fatiscente ereditata da una zia. Astore accetta l’incarico e si reca alla villa dove Astore si rende conto che i mobili valgono molto poco. Ma su una parete di una stanza c’è un quadro molto particolare, una crocifissione dove Cristo è raffigurato in modo inconsueto con una serie di strane figure attorno. Astore non è un esperto di quadri e propone di far valutare il dipinto ad un suo amico, il professore Zeni, grande esperto d’arte, che subito si accorge che il dipinto è una rara opera di un artista tedesco, noto per la sua capacità di evocare i morti e per altri misteri che circondarono la sua vita. Il professore decide di portare il quadro a casa sua per fare delle ricerche più approfondite e Astore lo lascia fare, inconsapevole della sequenza di eventi che si stanno per scatenare. Il professore viene ucciso la sera stessa a casa sua e il quadro scompare. Rossi è il primo indagato per l’omicidio del professore e la cosa lo turba per alcuni passati poco piacevoli che ha avuto con la giustizia italiana, di cui non ha molta fiducia. Altri eventi finiranno per convincere Astore a scappare per non essere travolto da quella che sembra essere una vera e propria maledizione del quadro misterioso. Astore inizia una fuga avventurosa per varie città italiane, in cui troverà una alleata, Caterina, una libraia incontrata per caso a Venezia.

Una storia accattivante che attrae subito il lettore che nel giro di poche pagine si trova coinvolto all’interno di un mistero inestricabile, dove il mite Astore di trova a dover affrontare spietati assassini, antiche e segrete congregazioni, presunti buoni che cercano di aiutarlo, mentre le forze dell’ordine lo ritengono colpevole di atroci delitti. Una avventura senza un attimo di respiro, un viaggio nei misteri dell’arte antica, con tanti riferimenti all’esoterismo, a storie segrete e presunte leggende che hanno ancora oggi un fondo di verità tutto da scoprire. Astore si dimostra essere un protagonista ingenuo ma determinato, capace di comportamenti coraggiosi quando si tratta di difendere la sua compagna di avventura e di portare a casa la sua pelle. Riccardo Landini con una scrittura brillante e coinvolgente, ha costruito una trama complessa piena di imprevisti e di sorprese, riservando quella più grossa per il finale.