L’ultima storia

index 4

Titolo: L’ultima storia

Autore: John Grisham

Editore: Mondadori

Traduzione: Luca Fusari e Sara Prencipe

Camino Island è una località di villeggiatura della Florida. Bruce Cable è un noto libraio della zona, molto attivo nella scoperta di nuove leve di scrittori e ottimo organizzatore di incontri con i lettori per promuovere le vendite. E’ anche un collezionista di libri antichi e conduce una vita brillante ed agiata nella piccola isola. Un suo amico e vicino di casa è Nelson Kerr, un ex avvocato che ha lasciato l’attività professionale per dedicarsi alla scrittura, con ottimi risultati commerciali. La vita serena e tranquilla dell’isola sta per essere devastata in tutti i sensi da un uragano potentissimo che si abbatterà sull’isola provocando morte e distruzione. Tra le vittime c’è proprio Nelson Kerr, trovato morto fuori di casa nel suo giardino. La morte è dovuta ad una serie di colpi ricevuti alla testa. Dopo qualche iniziale esitazione la polizia non ha dubbi, Nelson è stato assassinato. Una killer professionista si era avvicinata agli amici di Nelson ed era stata con lui poco prima che arrivasse l’uragano. Cosa aveva fatto Nelson per meritare di essere ucciso da un killer? Le indagini sull’omicidio si concentrano sulla vita, sulla attività di scrittore e sulle conoscenze di Nelson. Grazie ad una serie di segnali che lo stesso Nelson aveva lasciato a Bruce Cable, si indagherà sull’ultimo libro scritto da Nelson, quello che nessuno aveva mai letto e che stava ben protetto nel suo computer.

In questo libro Grisham abbandona di nuovo le aule dei tribunali per scrivere un thriller tipo “Il caso Fritzgerard”. Il romanzo è scritto con la consueta maestria. Ottime le descrizioni di Camino Island, del mondo degli scrittori e degli editori. La prima parte del romanzo serve per rendere familiare la storia ed i personaggi al lettore, poi la tensione comincia a salire via via che le indagini vanno avanti, con un susseguirsi di colpi di scena fino al culmine finale. Il libro racconta una storia che parte in una tranquilla località di vacanze ed arriva ad accendere i riflettori sul sistema sanitario americano, sulle pratiche illegali che danneggiano le casse pubbliche a discapito dei malati che a loro insaputa sono vittime di cure proibite che hanno lo scopo di allungare la vita dei pazienti in stato vegetativo per lucrare sui rimborsi. Ci sono tanti soldi in ballo, sufficienti ad innescare una serie di omicidi per coprire la truffa ed i colpevoli. “L’ultima storia” è un libro con ambientazioni accattivanti, una trama di sicura presa e personaggi brillanti che catturano il lettore e lo attirano pagina dopo pagina. Grisham riesce a mostrare i difetti della società americana, evidenziandoli e descrivendoli in dettaglio, ma anche mostrando che il sistema ha gli anticorpi capaci di curarlo quando serve. Lui nei suoi libri ci riesce. L’America nella realtà non ottiene gli stessi risultati di Grisham.