Il naufragio delle civiltà

index 3

Titolo: Il naufragio della civiltà

Autore: Amin Maalouf

Editore: La nave di Teseo

Traduzione: Anna Maria Lorusso

Amin Maalouf è un giornalista e scrittore nato in Libano nel 1949, residente a Parigi dal 1976. La sua vita professionale gli ha permesso di osservare l’evoluzione del mondo, seguendo la cronaca ed analizzando i fatti ed il modo in cui hanno avuto influenza nello sviluppo delle varie società che ha avuto modo di conoscere. Il libro è un saggio che ripercorre i principali fatti storici che hanno caratterizzato lo sviluppo del mondo nel secolo scorso comprendendo nella sua analisi i paesi del Medio Oriente, l’America, l’Europa. Il libro racconta episodi che hanno cambiato la storia, i grandi e piccoli cambiamenti, le occasioni mancate, errori politici e strategici. L’autore esprime il rammarico per le tante volte in cui l’umanità si è divisa invece di coalizzarsi di fronte alle grandi sfide, così come ancora ai nostri giorni le sfide del clima e della salute sono occasioni per creare ulteriori divisioni e lacerazione. Prevedere il futuro non è mai facile ma vedendo l’attuale corsa di tutte le Nazioni verso un aumento degli armamenti non è difficile capire che ci si sta attrezzando per un cambio degli equilibri mondiali e che tutte queste armi prima o poi saranno usate. Questo dipende dal fatto che al momento mancano Stati in grado di guidare il Mondo. Paesi che potevano essere la guida del mondo hanno fallito nella loro funzione, altri Paesi che potevano avere ambizioni di leader e progetti credibili hanno perso per strada tutta la loro forza. Le nuove forze sono troppo impegnate a gestire i propri problemi e le aspirazioni dei loro abitanti, così il Mondo si trova senza un leader e senza una guida che sappia indirizzare tutti verso un futuro migliore. Il naufragio delle civiltà è un ottimo libro, scritto in modo molto chiaro, che ci mostra come episodi politici o bellici di rilevanza locale possano avere ripercussioni enormi e imprevedibili in termini economici e di spartizione del potere a livello mondiale. La scrittura è brillante, le idee sono espresse con chiarezza e originalità. La visione del futuro di Maalouf è completamente protesa alla ricerca del bene e del progresso dell’umanità, indipendentemente delle credenze religiose o politiche e questo gli consente di vedere le cose da una prospettiva alta ed originale. Molto diversa da quella degli uomini politici che hanno in mano il potere e che ci stanno guidando oggi. La visione di Maalouf forse è troppo pessimista riguardo l’immediato futuro, ma resta comunque condivisibile e realista.

Un pensiero su “Il naufragio delle civiltà