Black Twilight

index

Titolo: Black Twilight

Autore: Leonardo Maugeri

Editore: Marsilio

L’autore di questo libro, Leonardo Maugeri, scomparso prematuramente a soli 53 anni, è stato un manager del settore petrolifero di altissimo livello con una conoscenza diretta delle vicende che racconta in questo thriller che è frutto della fantasia dell’autore ma include molte storie, personaggi e fatti reali.

L’azione ha inizio nel 1973, quando una spia del KGB, passata al servizio della CIA, rivela ad un agente americano, di avere le prove di un complotto di natura politico-economico che coinvolge le principali potenze mondiali. A pochi giorni dalla rivelazione il cadavere della spia viene ritrovato in mare nel golfo di Stoccolma.  Nel 2013, nel Connecticut, Thomas Bell, un anziano libraio, viene ucciso subito dopo aver incontrato il nipote a cui aveva consegnato alcuni documenti con le prove dell’esistenza di un piano elaborato da un gruppo di potenti, abituato a lavorare nell’ombra, per dare il via ad una crisi energetica che avrebbe cambiato gli equilibri geopolitici mondiali. Questi due episodi, distanti quarant’anni, in realtà sono collegati tra loro e c’è qualcuno che vuole evitare a tutti i costi che la verità sia scoperta e per evitare questo ci sono persone pronte ad uccidere.

Black Twilight è un libro dai molti protagonisti e dalle molte storie parallele, con giornalisti di inchiesta, agenti segreti, faccendieri, uomini politici e di potere. Una storia di spionaggio e di fanta-politica economica che vede al centro di tutto il racconto un piano sovversivo con l’intento di ottenere il controllo dell’economia mondiale. Lo schieramento in campo è ampissimo, coinvolge tutta la struttura di potere americana, i principali uomini di potere arabi e di altre nazioni, una guerra non combattuta da eserciti, ma da spie e agenti segreti, che coinvolge tutti e dove tutti sono contro tutti e non ci sono buoni e cattivi ma solo vincitori o vinti. Un racconto dal ritmo forsennato, con omicidi, fughe, indagini, pedinamenti, depistaggi, c’è di tutto, narrato in modo chiaro, lineare, coerente e veritiero, con molti riferimenti a fatti storici avvenuti nella realtà. L’autore si muove nello scacchiere internazionale con grande familiarità, dimostrando tutta la sua competenza sia delle questioni petrolifere che della storia e della politica a partire dagli anni 70.  Tantissimi i colpi di scena che vanno a movimentare una trama complessa e ambientata in vari posti del mondo, dagli Usa, alla Svezia, Turchia e Arabia Saudita, dove anche l’Italia ha un suo piccolo spazio con riferimenti alla poco gloriosa Loggia P2 ed alcuni fatti ad essa collegati. Un libro adrenalinico e pieno di spunti di interesse, che fanno capire quanto grandi siano gli interessi dietro decisioni politiche che influiscono nel settore dell’energia e di come tanti fatti che avvengono sono volutamente costruiti per ottenere reazioni o provocare decisioni politiche atte a favorire giochi di potere più grandi, quasi sempre a favore dei soliti vincitori. Un bel libro che non potrà non piacere agli amanti del genere thriller spy-politico.