Catturato M49

M49, ti sei fatto beccare. Con quel nome da agente segreto infiltrato non potevi che essere un genio della fuga. Ma ti sei distratto e la trappola tubo ti ha fregato. Ora sei rinchiuso, spero ti trattino bene. Colpevole di aver aggredito e fatto fuori qualche animale, saccheggiato qualche pollaio. Hai fatto ammattire tutti. Sei fuggito da un recinto invalicabile (a detta del progettista, ma tu l’hai valicato, quindi tanto invalicabile non doveva essere), era addirittura elettrificato, che neanche un carcere di massima sicurezza, ma forse non avevano acceso l’interruttore. Eri in una specie di prigione di sicurezza, ma sei riuscito ad evadere. Li hai sorpresi perché facevi decine di chilometri al giorno. Perché nonostante gli sforzi dei tuoi inseguitori, sei riuscito a far durare la tua latitanza quasi un anno. Ma eri braccato, inseguito da un esercito neanche fossi il peggiore dei criminali. Non avevi scampo. Noi uomini siamo fatti così. Forti contro i deboli. Inermi contro i forti. Sei considerato un pericolo pubblico, c’è qualcuno che dice che nella tua carriera di ribelle hai fatto danni incalcolabili. Neanche un terremoto produce danni incalcolabili. Neanche un’alluvione, neanche decenni di comportamenti scriteriati contro la natura fanno danni incalcolabili. Tutto è calcolabile. Ora ti hanno preso. Povero M49. Magari sei solo stanco e hai preferito finire la tua fuga di libertà in modo poco onorevole ma con l’aspettativa di una vita meno frenetica. Mi piace pensare che sia stato tu a decidere di andare in pensione. M49, un amante della libertà. M49, un mito. Migliore di molti di noi che diciamo di amare la libertà ma sprechiamo il nostro tempo incatenati.

2 pensieri su “Catturato M49

  1. Si è reso colpevole di aver infranto le “regole” . Regole fatte da noi, ma a cui tutti devono sottostare (pena la reclusione o la morte) . Peccato lui risponda solo a quelle della Natura .