L’angelo di Monaco – Fabiano Massimi

Titolo: L’angelo di Monaco

Autore: Fabiano Massimi

Editore: Longanesi

Un romanzo a metà tra lo storico ed il giallo. Siamo a Monaco, in Germania, nel 1931. La Repubblica di Weimar sta per finire, il partito di Adolf Hitler sta per prendere il potere. Già allora Hitler e il suo apparato poteva contare su una organizzazione potentissima, con una rete di fedelissimi inseriti in ogni apparato della società civile, anche se molta parte della popolazione è contraria alle idee professate da Hitler, ma per paura molti di loro non fanno sentire la propria voce come dovrebbe essere. Il libro Mein Kampf era già stato pubblicato e le basi ideologiche del futuro Terzo Reich erano già state gettate. Si profila quella che sarà una delle dittature peggiori della storia dell’umanità. Hitler è già allora un personaggio discusso non solo per le sue idee politiche ma anche per il suo stile di vita e per alcune sue perversioni, difficilmente accettabili per le persone normali, ma tollerate da tutti i suoi sostenitori osannanti. Il Commissario Sauner è chiamato a dirigere l’inchiesta per la morte di una donna di soli 22 anni, Angela Raubal, trovata cadavere nell’appartamento di suo zio, che era anche il tutore legale. La ragazza era molto legata allo zio, che lei chiamava affettuosamente zio Alf. Lo zio era nientemeno che Aldolf Hitler. Le indagini furono chiuse in tempo record stabilendo che si era trattato di un suicidio. Ma su pressione dello stesso Hitler, Sauer continuò ad indagare perché forti erano i sospetti che si fosse trattato di omicidio. Le indagini si svilupperanno attorno agli uomini che circondavano Hitler, tutti nomi che la storia seguente renderà tristemente noti per i crimini di cui si renderanno responsabili. Un giallo avvincente, scritto in modo brillante, anche con un piacevole senso dell’umorismo che riesce a stemperare la tensione di alcune parti del racconto. Una ricostruzione storica attenta e precisa, alternata con la parte creativa in modo molto abile ed intrigante. Un libro i cui protagonisti sono tutti nomi tristemente noti, visti da un punto di vista inedito, ambientato in un periodo storico, quello tra le due guerre mondiali, che solo in apparenza sembrava tranquillo ma che stava preparando quello che poi sarebbe accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale. Una lettura molto coinvolgente e interessante con un personaggio come il commissario Sauer che ci farà riflettere sull’importanza della ricerca della verità a tutti i costi e che non reagire di fronte a chi proclama idee violente e irrispettose della dignità di una parte del genere umano è forse il comportamento peggiore che la gente può avere. Vale per allora ma anche per i giorni d’oggi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...