La confraternita dei mancini – Hakar Nesser

index

Titolo: La confraternita dei mancini

Autore: Håkan Nesser

Editore: Guanda

Traduzione: Carmen Giorgetti Cima

Un tempo essere mancino era considerato un difetto da correggere nelle prime classi di scuola. Non esistevano le penne biro, si scriveva con le stilografiche ed essere mancino voleva dire passare con la mano sull’inchiostro fresco, quindi macchiare il foglio. Alcuni compagni di scuola fondarono la Confraternita dei mancini, un club riservato a coloro che erano nati con tale “difetto”. Ne facevano parte 5 ragazzi, che divennero molto più che amici, che condivisero alcune esperienze che ebbero pesanti conseguenze nella loro vita. Dopo qualche anno si persero di vista ed ognuno proseguì per la sua strada. Nel 1991 fu organizzata una cena tra gli iscritti alla confraternita, una occasione per rivedersi, per riparlare delle esperienze del passato. L’appuntamento era stato fissato presso la “Pensione Molly”. Durante la cena avvenne un fatto tragico. Un incendio distrusse il locale in cui la confraternita si era riunita e tutti i presenti morirono. Le indagini mostrano subito che c’èra qualcosa di strano. Gli iscritti alla confraternita erano 5 ma furono ritrovati solo 4 cadaveri. Gli investigatori pensarono che fu il quinto confratello mancante a dare fuoco al locale del ritrovo e che fosse riuscito a fuggire.

Nel 2012 viene ritrovato un cadavere nei pressi della zona in cui sorgeva l’edificio che ospitava la “Pensione Molly”. Si tratta del corpo del quinto iscritto alla confraternita. Il caso viene riaperto e l’ex commissario Van Veeteren, in pensione da tempo, viene coinvolto nelle nuove indagini, costringendolo ad interrompere l’attività di libraio intrapresa con l’andata in pensione. Le indagini di Van Veeteren sono affiancate a quelle dell’ispettore Barbarotti, che sta indagando su un omicidio compiuto in Svezia che alcuni indizi sembrano collegarlo con il caso del 1991.

La struttura del romanzo è divisa in tre periodi storici diversi, ogni capitolo ha nel titolo l’anno a cui è dedicato e si passa dalla fine degli anni 50 ai primi anni 60 per poi passare ai fatti del 1991 e del 2012. Il romanzo è un continuo saltare da un periodo all’altro, in ogni capitolo ci sono piccole tracce del passato che spiegano a poco a poco gli eventi successivi, in un continuo va e vieni dal passato al presente. L’autore presta molta attenzione al carattere e personalità dei personaggi del romanzo e queste caratteristiche si evidenziano dai dialoghi dei personaggi stessi, senza lunghe analisi introspettive, a vantaggio della lettura che scorre piacevolmente. Il segreto della confraternita sarà svelato a poco a poco e solo alla fine tutto il quadro investigativo sarà chiaro.  Le ultime indagini, quelle del 2012, sono raccontate sotto forma di dialogo tra il commissario Van Veeteren e sua moglie e questa si dimostra essere una scelta indovinata. In una sua intervista recente, Håkan Nesser ha dichiarato di non essere un amante del sangue e che nei suoi romanzi preferisce non descrivere scene violente. “La confraternita dei mancini” conferma questa linea dell’autore che per scrivere questo romanzo si è affidato alla psicologia dei personaggi piuttosto che all’azione, realizzando un ottimo thriller psicologico dal ritmo costante ed appassionante. L’incontro tra l’anziano commissario Van Veeteren con il più giovane Barbarotti dà luogo ad una felice collaborazione tra due ottimi investigatori che con metodi diversi contribuiscono in modo determinante alla soluzione di un caso intricato e difficile.

5 pensieri su “La confraternita dei mancini – Hakar Nesser

  1. Buonasera Roberto, avendo notato che ti diletti nella descrizione dei libri pubblicati, mi piacerebbe che potessi descrivere anche un mio recentissimo libro di racconti. Mi faresti un pò di pubblicità (sono uno scrittore in erbissima)..se ti fa piacere, dimmi cosa ti serve e te lo invierò.

    Grazie infinite e Buon Anno

    *Alberto Di Capua*

    *Formatore – Progettista – Facilitatore per lo Sviluppo Locale (PIL)*

    *Via delle Viole 18- 60019 Senigallia (AN)* *Telefono 071.64160 – 328/3968698* *www.albertodicapua.com * *NeTaTwOrK – Rubrica sulle Reti d’Impresa e Scuola * *Destinazione Stabia* *www.linkedin.com/in/* *albertodicapua58 *

    *https://www.facebook.com/progettoclessidra/ * *http://bit.ly/Curriculum_AlbertoDiCapua * *Pec: albertodicapua@cgn.legalmail.it *

    Ai sensi della Legge 196/03 si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono assolutamente riservate e sono ad uso esclusivo del destinatario e non possono essere utilizzate diversamente e/o indipendentemente in qualsiasi forma e/o diffuse e/o inoltrate a terzi, se non previa autorizzazione scritta comprovata da Alberto Di Capua. Qualora il messaggio e le informazioni in esso contenute le fosse pervenuto per errore la preghiamo di eliminarlo e di non copiarlo od inviarlo a terzi, dandocene gentilmente comunicazione, ricordandole che non esiste nessuna autorizzazione di utilizzo o di diffusione. Grazie per la collaborazione.

    *Per non ricevere più mail *da albertodicapua58@gmail.com rispondi alla presente mail indicando nel testo “cancellami”.

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...