La spia corre sul campo – John Le Carré

index

Titolo: La spia corre sul campo

Autore: John Le Carré

Editore: Mondadori

Traduzione: Elena Cappellini

John Le Carré è riuscito alla veneranda età di 88 anni a sfornare un romanzo attuale e brillante come “La spia corre sul campo”, ultima delle sue opere dedicate al mondo misterioso e sempre affascinante dello spionaggio internazionale.

Il protagonista della storia è Nat, un agente di 47 anni che è in attesa di essere messo a riposo, dopo vent’anni trascorsi sul campo a cercare in tutto il mondo possibili collaboratori da reclutare per difendere gli interessi del suo paese. Inaspettatamente, invece del solito posto da dirigente di un ufficio poco operativo oppure di una proposta per mettersi in proprio in una attività di tutto riposo finanziata dai servizi, a Nat viene proposto il ruolo di responsabile di un piccolo ufficio che si occupa di agenti stranieri dormienti, in particolare legate al mondo russo. La Russia continua ad essere motivo di grande preoccupazione per la Gran Bretagna, per le attività spesso illecite e misteriose di molti suoi uomini di affari e personaggi appartenenti al mondo della politica.

La storia vede la vita professionale di Nat mescolarsi con i suoi problemi familiari, costituiti principalmente dai rapporti non proprio idilliaci con sua figlia, una giovane scapestrata e ribelle che poco di adatta alla vita dei suoi genitori. Un romanzo che illustra i metodi di lavoro dello spionaggio, il modo di reclutare le spie, come vengono controllate, come si svolgono i rapporti tra i vertici dello spionaggio e la politica. Le Carré, tramite i suoi personaggi, critica l’inadeguatezza dell’attuale classe politica, la povertà di idee ed il poco ortodosso modo di governare. La voce narrante è quella dello stesso Nat che in prima persona racconta con precisione e misura gli avvenimenti. Una storia di spionaggio scritta con grande stile e classe, priva di azioni mirabolanti e spettacolari, senza nessun ausilio di mezzi tecnologici strabilianti, con il solo racconto dei fatti e delle vicende dei vari personaggi. La trama è costruita con grande abilità, una rete fitta che cattura il lettore senza dargli la possibilità di liberarsi fino alla fine del libro. Un racconto dall’incedere costante, senza brusche accelerazioni e frenate, con personaggi veri e credibili, le cui storie professionali e personali si mescolano con i pregi ed i difetti che possono essere riscontrati nelle persone appartenenti a qualsiasi gruppo di lavoro, dove ciascuno non esita a mostrare i propri limiti e difetti pur di sfruttare ogni occasione per mettersi in mostra, per superare i propri colleghi, per puntare ad un avanzamento di carriera. Tutto come nel mondo reale e quindi la storia di questo “La spia corre sul campo” risulta credibile proprio perché lo sono i suoi protagonisti. Il romanzo ha come sfondo fatti di grande attualità della cronaca politica della Gran Bretagna di questi giorni, con i relativi collegamenti con le gesta dei capi di stato delle principali potenze mondiali. Tutto per aumentare l’attualità del romanzo a vantaggio dell’interesse dei lettori.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...