Trilogia dell’Isola di Lewis

index

Titolo: Trilogia dell’Isola di Lewis

L’isola dei cacciatori di uccelli

L’uomo di Lewis

L’uomo degli scacchi

Autore: Peter May

Editore: Einaudi

Traduzione: Chiara Ujka e Anna Mioni

Einaudi ha raccolto in un unico volume i tre romanzi di Peter May ambientati nelle isole Ebridi, in particolare le Ebridi esterne. I tre romanzi sono dei thriller che hanno come protagonista Fin Macleod, nato nell’isola di Lewis e poi trasferitosi ad Edimburgo per studiare all’università senza terminare gli studi, finendo per arruolarsi in polizia. Si è sposato con Mona, ha avuto da lei un figlio che è tragicamente scomparso all’età di otto anni per un incidente stradale. Questo episodio segna la fine del matrimonio tra Fin e Mona. Il primo libro dal titolo “L’isola dei cacciatori di uccelli” racconta il ritorno di Fin nella natia isola di Lewis per partecipare alle indagini dell’omicidio di Angus Macritchie, dato che in precedenza aveva partecipato alle indagini su un omicidio avvenuto ad Edimburgo con modalità simili. Nel secondo libro dal titolo “L’uomo di Lewis”, Fin si trova coinvolto in una nuova indagine per omicidio. Fin ha lasciato la polizia per essere libero e poter ricostruire la fattoria che apparteneva alla sua famiglia. Fin spera in questo modo di dimenticare la perdita del figlio e ricominciare una nuova vita. Nel terzo libro dal titolo “L’uomo degli scacchi” Fin si è ormai trasferito definitivamente nell’Isola di Lewis ed ha trovato lavoro come custode delle terre di una facoltosa persona, con l’incarico di controllare che i cacciatori di frodo non entrino nelle sue proprietà. Le trame dei tre libri sono articolare e connesse tra di loro ed è necessario leggere i tre titoli in ordine cronologico, nel caso in cui si fossero comprati i tre libri separati. I tre romanzi come gialli sono abbastanza tradizionali, c’è un reato, una indagine, una ricerca più o meno appassionante del colpevole, con Fin ed i suoi vecchi amici, con le loro storie, amori giovanili e ragazzate più o meno innocenti, con la vita che ha fatto il suo corso fatto di sacrifici, rinuncie, delusioni e poche soddisfazioni. Ma sono le Isole Ebridi le vere protagoniste dei racconti. Una natura selvaggia, un ambiente poco ospitale, un clima difficile da sopportare con venti impetuosi, freddo e pioggia a volontà, terra brulla e poco generosa a parte la torba. I natii di queste isole fanno di tutto per andare via, per trovare condizioni di vita migliori in Scozia o in altre zone continentali, ma alla fine la nostalgia della terra natia è più forte di ogni disagio o di ogni avversità. La trilogia racconta la durezza della vita isolana, la solitudine, piccoli e grandi torti del passato che ritornano, amplificati dal tempo e dalla delusione per una vita che non è stata quella che i protagonisti avrebbero voluto. Vite di sogni infranti, di amori giovanili che lasciano il segno, di amicizie antiche che non si possono dimenticare. Ma anche il racconto di riti secolari, di abitudini immutabili e rischiose. Una serie di avventure che servono ad indagare sull’animo umano, sulle sue innumerevoli sfaccettature, su quello che sembra e quello che è nella realtà. May scrive in modo molto dettagliato e scrupoloso, con grande attenzione a tutti i dettagli, naturali, sociali e personali. I libri ci mostrano la potenza della natura e del mare, sia nelle manifestazioni naturali che incassano l’oneroso pedaggio in termini di marinai e pescatori che perdono la vita, ma anche nel definire e imprimere nelle persone una sorta di identità tipica degli isolani che difficilmente può essere compresa da chi non è nato in quei luoghi. Una lettura impegnativa ma molto affascinante. Sconsigliata sotto l’ombrellone, meglio su una scrivania, nei pomeriggi di riposo dalla fatiche estive.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...