Dove c’è fumo

index

Titolo: Dove c’è fumo

Autore: Simon Beckett

Editore: Bompiani

Il romanzo “Dove c’è fumo” è stato scritto nel 1997 e recentemente riscritto dall’autore. Probabilmente la riscrittura è stata decisa per sfruttare le possibilità che internet ed i social media danno agli autori di arricchire le trame con le diavolerie rese possibili dalle nuove tecnologie.

Protagonista della storia è Kate Powell, titolare di una agenzia di comunicazione, età intorno ai trenta, sta vivendo un buon momento professionale. E’ la sua vita privata che non è proprio felicissima. Ha da poco interrotto una relazione e non vuole iniziarne una nuova. Ha un forte desiderio di maternità, ma non vuole avere un marito o compagno in casa, al punto che decide di ricorrere all’inseminazione artificiale. Questa decisione la porterà a conoscere lo psicologo Alex Turner. Si ritroverà coinvolta in un vero e proprio incubo che metterà a rischio la sua vita professionale e privata, oltre quella dei suoi amici più cari.

Il libro nella prima parte viaggia tranquillo raccontando la vita della protagonista e dei suoi amici, i suoi successi professionali e il suo desiderio di di maternità. Ha poco del thriller questa prima parte ma comunque è raccontata in modo coerente con il seguito del romanzo e serve per caratterizzare al meglio i personaggi. La seconda parte invece è una vera e propria giostra vorticosa di eventi che si susseguono in un crescendo continuo di situazioni imprevedibili che coivolgono Kate e tutti coloro che in qualche modo sono a lei legati.

Un libro che entra nei modi di funzionare della mente umana. Quella di Kate, donna forte e determinata nel lavoro, fragile e insicura nella sua vita privata. Quella di Alex Turner, che si rivelerà inizialmente gentile e normale, per poi mostrare il suo lato peggiore al di là di ogni limite immaginabile.

“Dove c’è fumo” è un libro piacevole e accattivante, con una trama originale e ben gongegnata, un libro che parte analizzando i perchè di una scelta consapevole come la fecondazione assistita e finisce come un thriller mozzafiato. Una lettura non proprio impegnativa che ben si adatta al periodo di vacanze.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...